Facci sapere yoga

Feed Rss


Yoga – Misunderstood So Far

 Yoga è la metodologia disponibile solo con l’umanità che ha anatomizzato l’esistenza umana senza aprire un corpo umano. E ‘la psicologia più antica e la più profonda dell’esistenza umana. E ‘a differenza di oggi la psicologia che studia solo la mente dei soggetti. Yoga non è vincolato alla personalità, mente o qualsiasi aspetto della mente delle persone, ma piuttosto fornisce una descrizione completa di tutta l’esistenza dell’umanità, il suo tessuto mentale e una metodologia per trascenderlo.

Yoga in sé è stato un campo diverso. Nella filosofia indiana molti alcune scuole si attaccano allo Yoga. Ashtangik Yoga, Gyan Yoga, Bhakti Yoga, Karma Yoga, Raja Yoga, Hatha Yoga, Kundalini Yoga, Mantra Yoga e Tantra Yoga sono alcune scuole collegate allo Yoga. Questo articolo si limita alla Yoga Ashtangik solo. In questo termine Yoga articolo farà riferimento alla Yoga Ashtangik come proposto da Yoga Sutra di Patanjali.

Qualunque sia la pratica di un essere umano può essere detto sul suo fisico, psiche, mente e Chetna (in inglese nessuna parola meglio di consapevolezza è disponibile per questo), c’è in Yoga Sutra. Yoga Sutra inizia con la proposizione che le esposizioni della mente (Vritti) sono attratti dalle cose del mondo (Vishayas) e limitando esposizioni mente di essere attratto dalle cose del mondo un ricercatore può realizzare la sua esistenza e, quindi, liberarsi dalle afflizioni di questo mondo.

La differenza negli approcci dello Yoga indiano e la psicologia moderna è a causa delle differenze di visioni delle due scuole. La psicologia moderna ha inizio con l’ipotesi che la psicologia è la scienza della mente, che la mente umana è la macchina più complessa sulla Terra, che è la fonte di tutti i pensieri e comportamenti. La psicologia moderna ritiene che vi sia una mente e deve essere in consonanza con qualche mente prototipo. La psicologia moderna ritiene che la mente può essere ed è di solito malato, la sua malattia può essere curata. Le menti reali hanno tendenze. Queste tendenze di una mente reale può essere stampato. Una mente può essere allenata e può essere preso ad una sorta di vicinanza di quella mente prototipo.

Yoga vede la mente in modo diverso. Per una mente non possono essere infettati dalla malattia, ma è una malattia in sé. Non può essere curata perché ha questa forma di malattia come condizione essenziale per l’esistenza fisica. Esistenza fisica non è possibile senza la mente. Yoga non parla di ‘una mente’ piuttosto il suo argomento è ‘la mente’. Psicologia studi moderni, gli ossequi e le cure una mente individuale, mentre Yoga è per la generalità della mente. La psicologia è particolare in approccio e scopre generalità dalla particolarità. In Yoga la mente in generale, è spiegato e una particolarità avvicinato da generalità.

Per Yoga la mente è un ostacolo nel percorso di autorealizzazione. Questo ostacolo della mente è molto intrinseco e un ingrediente essenziale della creazione (il Srishti). Per raggiungere il tuo stato in assoluto è necessario trascendere la mente. Yoga non preferisce sprecare il suo tempo a curare una mente malata per renderlo sano. Non c’è nulla come una mente sana nella visione yoga.

Visione di Yoga inizia con una proposta – esposizione mente di confinamento di essere attratto dagli oggetti del mondo è lo Yoga cioè Yogashchitvritti nirodhah. Per la realizzazione di sé, lo Yoga ha proposto un percorso delle otto volte chiamato Yoga Ashtangik. Il percorso delle otto volte è composto da: Yama, Niyama, Aasan, pranayama, Pratyahar, Dhaarna, Dhyan e samadhi. Non Violenza (Ahimsa,), Verità (Satya), non rubare altro la proprietà (Asteya), non mantenendo le cose in eccedenza (Aparigrah) e un buon comportamento sessuale (Brahmcharya) sono cinque Yama. Praticare questi cinque Yamas rende il vostro sano circostante e pacifica. In generale questi Yamas cinque sono le cinque cure di base ulteriori tendenze che causano controversie nel vostro quartiere. Yamas fornire un ambiente tranquillo e sereno intorno a voi. Avanti è la Niyama. Igiene (Shauch), contentezza (Santosh), Sforzo (Tapah), introspezione (Swadhyaya) e la resa a Dio (Ishwar Pranidhan) – questi cinque sono i Niyama. Una volta che un ambiente tranquillo si ottiene praticando Yama, il passo successivo è la purificazione personale attraverso questi cinque Niyama. Lo Yoga procede passo dopo passo.

In primo luogo si prescrive per un ambiente sano e quindi per la purificazione personale del ricercatore.

Il terzo stadio dello Yoga è Aasan. Un Aasan è una posizione in cui l’organismo è stazionario. In questi giorni vari guru sono disponibili sul mercato, che prescrivono questi Aasans per un programma di perdita di peso. Yoga non aveva alcuna idea della perdita di peso nella sua concezione. Durante il periodo dello Yoga è stato compilato calorie in eccesso non era un problema prima che il ricercatore. Il problema di calorie eccedenza è il problema di stile di vita moderna. L’autore dello Yoga non avrebbe dato una soluzione a un problema che era sconosciuta al suo tempo. Le Aasans sono pensati per uno scopo più sottile. In Aasan ti siedi con il tuo corpo fissa e stazionaria. Attraverso questi Aasans il maestro di yoga ha voluto sentire la presenza di un processo di pensiero irrequieto dentro quel corpo fermo. Aasan è la forma più adatta di pratica che si incontra con l’attuale dualità ‘dentro di te’. Ti fa capire che non sei un corpo solo, che non si sono limitati alle vostre dimensioni fisiche, che “qualcosa” più sottile, più vivo, più pervasiva c’è all’interno del vostro corpo visibile. Così Aasans per la prima volta ti fa visualizzare il vostro sé interiore.

Poi arriva il pranayama. Il principale sostenitore di Yoga, Patanjali dice – tasmintsati shvasprashvasyogargativichheda pranayam cioè visualizzando inspirare ed espirare separatamente e distintamente pranayama. Diverse forme di pranayama messi a disposizione dai moderni guru non sono mai stati descritti da Patanjali del grande maestro. Pranayama è l’inizio del viaggio interiore sarà raggiunto attraverso lo Yoga. Patanjali ha avuto un approccio unico per entrare. Ha scelto la via più facile attraverso la respirazione. I richiedenti asilo che praticano lo Yoga deve avere esperienza il rapporto tra i respiri ei vostri pensieri. Quando inspirate i vostri pensieri sono più itinerante che durante l’espirazione. Quando un ricercatore nuovo comincia la meditazione e va dentro più spesso si sente il suo respiro ad essere arrestato. Questa è la congiunzione tra il tuo respiro ei vostri pensieri. Yoga ha definito il tuo respiro come Prana. Pranayama è la visualizzazione del Prana. Perciò, è la visualizzazione dei vostri pensieri itineranti.

Fino alla fine di questa Yoga quarto stadio ha completato una metà del percorso, il percorso esterno. D’ora in poi lo Yoga entra all’interno dei richiedenti. Prossime tappe dello Yoga sono pensati per una trasformazione interna. Pratyahar, Dhaarna, Dhyan e samadhi sono quattro pietre miliari sulla strada principale interna. La parte della mente che è incantato agli oggetti del mondo esterno è stato nominato come Chitta nello Yoga. Chetna significato qualcosa di vicino a conoscenza in inglese è derivato da questo Chitta. Come corpo è l’oggetto della spedizione esterna di Yoga, Chitta è oggetto di esplorazione interna attraverso lo Yoga.

Gli occhi sono per vedere, orecchie per sentire e così via. Yoga dice che è la natura degli occhi per vedere le cose del mondo. E ‘la natura delle orecchie per ascoltare i suoni del mondo. Lo stesso vale per gli altri sensi. I sensi hanno una tendenza naturale di essere attratta dagli oggetti mondani. Si tratta di un flusso verso l’esterno, un flusso verso l’esterno della vostra Chitta. Questa è la tendenza o affinità di Chitta che scorre dentro di te agli oggetti, la Yoga lo chiama il Vritti. Yoga afferma che la mente ha una tendenza naturale o affinità di essere attratta dagli oggetti mondani. Questo movimento verso l’esterno della vostra mente crea un bipolarismo con voi ad una estremità e il mondo dall’altra. Il Chitta è un’entità astratta e non è percepibile in quanto sono gli oggetti del mondo. Quindi fuori dal bipolarismo solo gli oggetti del mondo sono visibili. Lo spettatore vale a dire la Chitta dimentica se stesso e continua a ricordare solo la visione vale a dire gli oggetti visibili. Il Chitta inizia a vivere nei pensieri.

Questi pensieri non sono altro che sia i tuoi ricordi o le vostre fantasie sul futuro. Pensieri provengono sia dalla vostra esperienza passata o dai tuoi permutazioni mentali, le combinazioni di vostra immaginazione. Il passato è passato e non è inesistente. Il futuro non è successo finora e quindi è, inoltre, non esiste. Sia il passato e il futuro sono inesistenti. Tu vivi, attraverso i vostri pensieri solo in passato e il futuro. Si tenta di esistere in enti non esistenti. Questo è l’errore solo del genere umano da cui Yoga vuole sbarazzarsi di.

Non sei mai nel vostro presente. Di solito non si osserva a causa del vostro sonno. Avete dimenticato di te. Voi non siete consapevoli di voi stessi. Conosci te stesso solo come gli altri si sa molto di te. Tu conosci il tuo nome, alcune relazioni; il tuo ufficio; i tuoi soldi e il vostro ecc pensieri di notte quando dormono tutti questi particolari sono dimenticati di voi ma è ancora vivo. Essa mostra che siete più il tuo nome, le tue relazioni, il tuo ufficio, il vostro denaro ei vostri pensieri. Che cosa è che più? Qual è la vostra essenza? Voi non siete consapevoli. Voi siete nel sonno profondo della tua esistenza, tuttavia, i vostri occhi possono essere aperti. Yoga si risveglia verso di voi.

E ‘la prima fase del viaggio, Yoga ti ha dimostrato che nella vita comune, nella tua vita hai risvegliato esistere come una dicotomia o di un bipolarismo (come quello usato in altri articoli in questa sezione).

In Yoga Pratyahar parla di sbarazzarsi delle dipendenze psicologiche dei sensi. Uno specchio che mostra la vostra immagine. Si mostra quando si alzò dal letto al mattino presto, si vede quando si è in disordine, si vede quando i capelli pettine, vi mostra dopo il make up. Esso mostra tutte le volte che senza alcuna esitazione, senza aggiungere nulla in te o sottraendo da voi. Non ha esitazioni di tempo, frequenza o di qualsiasi altro fattore. Si arriva di fronte ad essa e vi mostra in cambio. No deferenza, non disprezzo; nessuna tentazione non uscire semplicemente un riflesso. Yoga dice che i sensi devono riflettere il mondo nello stesso modo con deferenza No, non disprezzo; nessuna tentazione non uscire semplicemente un riflesso del mondo. Questo è Pratyahar.

Alcuni pensatori hanno descritto altrimenti anche. Dicono che il ricercatore è quello di rinunciare al mondo. Egli deve ritirare i sensi dagli oggetti del mondo. Egli deve prendere il suo senso lontano dal mondo. Questo punto di vista è difficile da apprezzare. Ogni volta che aprite gli occhi che riceveranno la sensazione della luce. Nella giungla non si potrebbe avere case, strade e veicoli, ma Tress, erba, gli uccelli ci sarebbe. Sky è lì. Le tue membra ci sono. Yoga non prescrive la mutilazione dei sensi. Si parla di non sensi tossicodipendenti. Re Janak e Signore Krishna non avrebbe raggiunto la conoscenza assoluta (Brahamgyan), se questa teoria di mutilazione dei sensi si ricorre a. Pratyahar parla della visione unaddicted.

Questa visione unaddicted cioè Pratyahar si libera della dicotomia. È chiaramente vedere voi stessi e il mondo come due entità distinte e separabili. Ora la Yoga parla del potenziale di esistere in voi unificazione. Dhaarna, Dhyan e samadhi sono le tappe dell’esistenza. Dhaarna, Dhyan e samadhi sono differenti in gradi e non in natura. La differenza principale tra loro è per quanto riguarda la durata per la quale un ricercatore può rimanere in quello stato di esistenza. Pertanto in questo articolo ne discuterà con il nome comune – Dhyan. (Tuttavia Patanjali Samyam ha usato un termine per questo)